Adozione a distanza in Bangladesh

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Perché adottare a distanza un bambino del Bangladesh?

L’adozione a distanza è una scelta importante perché permette di aiutare bambini e adulti che vivono in paesi in cui le condizioni di vita sono molto difficili. Con il sostegno a distanza, le azioni di volontariato e il lavoro delle associazioni onlus e no profit attive in Bangladesh, possiamo cambiare il presente e il futuro di bambini, uomini e donne di questa nazione dell’Asia.

Adozione a distanza in Bangladesh

Foto dall’archivio di SOS Villaggi dei Bambini Onlus

La storia e la situazione attuale del Bangladesh

Qualche ora di aereo e sarete nel cuore dell’Asia Meridionale. Destinazione Bangladesh, una terra bellissima ma ricca di contraddizioni e problemi molto gravi. Il Bangladesh, giovanissima repubblica nata soltanto nel 1971, è incastrato tra l’India e la Birmania e si affaccia sul Golfo del Bengala, il fiabesco scenario delle avventure raccontate da Salgari. Il nome Bangladesh significa appunto “Paese del Bengala”.

Questo piccolo stato è territorialmente costituito proprio dal Bengala orientale, originariamente appartenente al Pakistan, al quale fu sottratto durante Guerra di Liberazione Bengalese terminata nel 1971. Il Bengala occidentale invece appartiene all’India. La religione più praticata è l’Islam con minoranze dedite al Buddhismo e alla religione Indu mentre la lingua più diffusa è il bangli, al contrario della vicina Calcutta dove è molto usato l’inglese.

La situazione sanitaria è molto a rischio. Il Bangladesh come gran parte dei paesi di questa zona dell’Asia è carente di strutture sanitarie funzionanti. Solo a Dhaka, la capitale, è possibile trovare qualche struttura privata che rispetti le più normali norme igieniche. Per tale ragione nel paese sono diffuse gravi malattie epidemiche quali: colera, dengue, parassitosi intestinali, tubercolosi, tifo, lebbra, meningiti cerebrali, epatiti A, B e C e nelle zone orientali del paese (Chittagong Hill Tracks), è presente la malaria.

La condizioni sanitarie del Bangladesh sono così disastrose sia per questioni culturali sia a causa delle calamità naturali che continuamente colpiscono il paese. Si tratta infatti di una regione a elevato rischio sismico. Inoltre la stagione dei monsoni, che va da maggio a ottobre, è caratterizzata da fenomeni ciclonici. Le conseguenze sono spesso gravi: uragani, alluvioni e smottamenti, inondazioni, cicloni tropicali, tornado e mareggiate, tutti eventi catastrofici che mietono sempre un numero elevato di vittime e mettono in ginocchio l’economia del paese, basata essenzialmente sullo sfruttamento del suolo per la pratica dell’agricoltura.

Il Bangladesh inoltre è uno dei 57 paesi al mondo (dati di Amnesty International), in cui vige ancora la pena di morte, ad esempio per il traffico di droghe, l’omicidio, il traffico di minori e la prostituzione. La violenza di questo paese è visibile anche nella quotidianità. Ai turisti più temerari si sconsiglia infatti di girovagare da soli di notte ma anche di prestare attenzione di giorno a causa dei frequenti scontri tra avverse fazioni politiche (con origine, spesso, negli ambienti universitari).

Sostegno a distanza Bangladesh

Foto dall’archivio di SOS Villaggi dei Bambini Onlus

I bambini del Bangladesh

Gran parte dei bambini in Bangladesh è vittima della povertà e delle condizioni ambientali del paese. Molti ragazzi vivono per strada, spesso perché rimasti senza un tetto dopo uragani e alluvioni. Il rischio è quello di essere coinvolti in attività illegali. Un alto tasso di criminalità è registrato nella zona di Chittagong, in particolare a causa del narcotraffico. Poiché molti giovani e bambini sono abbandonati a se stessi, il fenomeno della dispersione scolastica è molto diffuso e i tassi di alfabetizzazione e quello di scolarizzazione sono molto bassi, anche se negli ultimi anni pare siano in via di miglioramento.

Come aiutare i bambini del Bangladesh?

In Bangladesh si vive sempre una situazione di allerta in particolare durante la stagione dei monsoni. Per questa ragione il rischio di calamità naturali e delle conseguenti epidemie è sempre in agguato. La vita di milioni di bambini è continuamente a rischio, motivo per cui un utile modo per aiutare i più piccoli è accoglierli in centri d’assistenza sicuri come i Villaggi e le Case SOS, nei quali possano essere salvati dai pericoli della strada e curati quando casa e cibo mancano, come in una famiglia. A tale scopo numerose associazioni onlus e nonprofit sono impegnate da tempo nel paese, portando avanti programmi di sviluppo sociale e adozioni a distanza, attraverso cui sostenere bambini e comunità, fornire cure, cibo, acqua e tutto ciò di cui hanno bisogno.

Adozione a distanza in Bangladesh

Cosa puoi fare per i bambini e le comunità del Bangladesh? Se vuoi fare una adozione a distanza ti consigliamo prima di tutto di informarti su come funziona il sostegno a distanza e leggere tutti i consigli per evitare le truffe e per attivare un’adozione sicura. Potrai così scegliere con tutta sicurezza l’associazione onlus / no-profit attiva in Bangladesh che più si avvicina alle tue aspettative. Solo con consapevolezza e dedicando il tempo necessario per conoscere l’adozione a distanza, potrai aiutare concretamente un bambino e la sua comunità.

Alcune associazioni con cui adottare a distanza in Bangladesh:

Adozione a distanza

Notizie e aggiornamenti sul Bangladesh:

Approfondimenti sulla situazione in Bangladesh:

Mappa del Bangladesh da Google Maps:

Da come possiamo leggere su Wikipedia, il Bangladesh si trova nella bassa terminale del sistema fluviale Gange-Brahmaputra, e più precisamente nella regione del delta del Gange. Questo delta è formato dalla confluenza dei fiumi Gange (nome locale Padma o Podda), Brahmaputra (Jamuna o Jomuna), e Meghna e dai rispettivi affluenti. Il Gange si unisce alla juana (canale principale del Brahmaputra) e più tardi si unisce con il Meghna prima di sfociare nel Golfo del Bengala.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Video sulla situazione in Bangladesh da Youtube:

Molte associazioni onlus e noprofit che si occupano di adozioni a distanza in Bangladesh hanno realizzato dei video per mostrare la situazione dei bambini del paese e le loro attività a sostegno della popolazione locale. Qui sotto potete vedere alcuni filmati relativi al Bagladesh presi da Youtube.

Temperature medie e meteo in Bangladesh:

Il Bangladesh è attraversato dal Tropico del Cancro motivo per cui il clima di questo stato è tropicale, cioè caratterizzato da inverni miti e da una stagione calda e umida. Da giugno a ottobre la regione è interessata dalla stagione dei monsoni caratterizzata da piogge torrenziali e molto pericolose. Calamità naturali, quali inondazioni, cicloni tropicali, tornado, mareggiate, si verificano quasi ogni anno e si combinano con i danni provocati dalla deforestazione, dal degrado del suolo e dall’erosione.



VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Adozione a distanza in Bangladesh, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Articolo scritto da il .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Informativa art. 13 D.lgs 196/2003

I dati personali sopra riportati direttamente dall’utente, saranno trattati nel rispetto del D.lgs 196/2003 da SOS Villaggi dei Bambini Onlus, titolare del trattamento, al fine di permettere la gestione dei commenti (ad esempio per consentire la pubblicazione di un commento oppure ricevere la notifica di pubblicazione di un post di risposta o correlato).
L'indirizzo mail indicato consente pertanto di inviare commenti ed essere ricontattati ma anche eventualmente di essere aggiornati su ulteriori news o iniziative pertinenti all’area di interesse. Previo consenso facoltativo, i dati potranno essere utilizzati per l’invio di newsletter e di altre eventuali comunicazioni/materiali/informazioni legate ed inerenti i servizi e le attività dell’associazione. I dati, sottoposti ad idonee misure di sicurezza, saranno trattati, manualmente ed elettronicamente, da incaricati dell’associazione e da responsabili preposti a servizi connessi a quanto sopra, ad esempio addetti all’amministrazione, alla gestione dei rapporti con i sostenitori e alla comunicazione.
I dati potranno essere eventualmente comunicati a terzi nei limiti strettamente pertinenti alle finalità indicate. In qualsiasi momento è possibile esercitare i diritti di cui all’art.7, ad esempio la rettifica o l’aggiornamento, scrivendo a privacy@sositalia.it o a SOS Villaggi dei Bambini, Via Durazzo, 5 – 20134 Milano
Per maggiori informazioni si rimanda all’informativa completa al seguente link: Informativa privacy completa