Adozione a distanza in Giordania

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Perché adottare a distanza un bambino della Giordania?

L’adozione a distanza è una scelta importante perché permette di aiutare bambini e adulti che vivono in paesi in cui le condizioni di vita sono molto difficili. Con il sostegno a distanza, le azioni di volontariato e il lavoro delle associazioni onlus e no profit attive in Giordania, possiamo cambiare il presente e il futuro di bambini, uomini e donne di questa nazione dell’Asia.

Adozione a distanza in Giordania

Foto di bambini della Giordania dall’archivio di SOS Villaggi dei Bambini Onlus

La storia e la situazione attuale della Giordania

La Giordania ha una storia millenaria che affonda nel misticismo e nel mito. Gran parte delle informazioni oggi in possesso su questo paese provengono dalla Bibbia oltre che da reperti archeologici di vario genere. Poiché la Giordania è attraversata dall’omonimo fiume, che bagna anche Siria, Libano e Israele, fu oggetto di contese e conquiste da parte di diverse popolazioni. La Valle del fiume Giordano era infatti un’area molto fertile oltre ad essere un punto di snodo commerciale. La storia della Giordania quindi è soprattutto la storia dei suoi conquistatori.

A partire dal 1100 circa l’attuale territorio giordano divenne proprietà dell’Impero Ottomano e tale rimase per 700 anni finché, per merito di un gruppo di intellettuali provenienti anche dai paesi limitrofi, l’Impero ormai in disfacimento, non dovette provvedere a migliorare le condizioni del paese. Era in realtà ormai troppo tardi perché nel 1918 ebbe inizio la rivolta araba e perché dopo la Prima guerra mondiale l’Impero Ottomano svanì definitivamente e la Giordania passò sotto il controllo inglese col nome di Transgiordania.

Anche la Palestina faceva parte dei possedimenti britannici ma a nulla valsero gli sforzi della Gran Bretagna per contenere l’ostilità tra arabi ed ebrei. Questi ultimi infatti, rivendicavano da sempre i natali palestinesi, negatigli dagli arabi residenti. La situazione del popolo ebraico fu aggravata durante la Seconda Guerra Mondiale dalla politica di Hitler e dallo sterminio di cu fu responsabile. In tutto ciò la Transgiordania, al pari degli altri stati limitrofi, si trovò coinvolta negli scontri e nelle ondate migratorie ebree.

Sin dal 1952 nel paese vige la monarchia costituzionale a capo della quale oggi si trova il re Abd Allāh II. Nel 1955 entrò a far parte dell’ONU e la sua attuale conformazione politica è il risultato di molti conflitti che hanno avuto termine nel 1950 con l’unione della Transgiordania e della Palestina centrale. La storia recente della Giordania è ricca di eventi di rilievo, di scontri, conflitti e rivendicazioni legati a questioni religiose ed economiche difficilmente riassumibili. Oggi la nazione, ancora a causa della sua vicinanza con la Siria, è tornata ad essere meta dei profughi in fuga dal paese.

Adozione bambini della Giordania a distanza

Foto di bambini della Giordania dall’archivio di SOS Villaggi dei Bambini Onlus

I bambini in Giordania

La Giordania ha una storia travagliata fatta di conflitti spesso anche molto sanguinosi. Le vittime sono state e continuano ad essere soprattutto i civili e spesso tra di loro ci sono molti bambini. Oggi la situazione è aggravata dall’ondata migratoria di profughi provenienti dalla vicina Siria, che cercano rifugio in Giordania così come nelle altre nazioni limitrofe. Le condizioni igieniche del paese non sono delle peggiori eppure continuano ad essere diffuse alcune malattie epidemiche.

Come aiutare i bambini della Giordania?

Un modo per aiutare i bambini della Giordania è accoglierli in centri d’assistenza sicuri come i Villaggi e le Case SOS dove sia i bambini giordani sia i profughi giunti in Giordania possano essere accolti e ricevere cure, cibo e assistenza sanitaria come in una famiglia. Per questo motivo numerose associazioni onlus e nonprofit sono impegnate da tempo nel paese, portando avanti programmi di sviluppo sociale e adozioni a distanza, attraverso cui sostenere bambini e comunità, fornire cure, cibo, acqua e tutto ciò di cui hanno bisogno.

Adozione a distanza in Giordania

Cosa puoi fare per i bambini e le comunità della Giordania? Se vuoi fare una adozione a distanza ti consigliamo prima di tutto di informarti su come funziona il sostegno a distanza e leggere tutti i consigli per evitare le truffe e per attivare un’adozione sicura. Potrai così scegliere con tutta sicurezza l’associazione onlus / no-profit attiva in Giordania che più si avvicina alle tue aspettative. Solo con consapevolezza e dedicando il tempo necessario per conoscere l’adozione a distanza, potrai aiutare concretamente un bambino e la sua comunità.

Alcune associazioni con cui adottare a distanza in Giordania:

Adozione a distanza

Ultime Notizie dalla Giordania:

Approfondimenti sulla situazione in Giordania:

Mappa della Giordania da Google Maps:

Come possiamo leggere su Wikipedia la Giordania è uno stato del Vicino Oriente e confina con la Siria, l’Iraq, l’Arabia Saudita, Israele e i Territori Palestinesi. È bagnata dal Mar Rosso e la capitale è Amman.


View Larger Map

Video sui bambini della Giordania da Youtube:

Molte associazioni onlus e noprofit che si occupano di adozioni a distanza in Giordania hanno realizzato dei video per mostrare la situazione dei bambini del paese e le loro attività a sostegno della popolazione thailandese. Qui sotto potete vedere alcuni filmati relativi alla Giordania.

Temperature medie e meteo in Giordania:

Il territorio della Giordania è prevalentemente desertico e roccioso per questo motivo il clima è molto arido nel deserto e sugli altopiani mentre è mite e di tipo mediterraneo lungo le coste e nell’area circostante il fertile fiume Giordano La Giordania infatti fa parte della così detta Mezzaluna fertile, un’area fertile del Vicino Oriente grazie ai ricchi corsi d’acqua che l’attraversano.



VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Adozione a distanza in Giordania, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Articolo scritto da il .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Informativa art. 13 D.lgs 196/2003

I dati personali sopra riportati direttamente dall’utente, saranno trattati nel rispetto del D.lgs 196/2003 da SOS Villaggi dei Bambini Onlus, titolare del trattamento, al fine di permettere la gestione dei commenti (ad esempio per consentire la pubblicazione di un commento oppure ricevere la notifica di pubblicazione di un post di risposta o correlato).
L'indirizzo mail indicato consente pertanto di inviare commenti ed essere ricontattati ma anche eventualmente di essere aggiornati su ulteriori news o iniziative pertinenti all’area di interesse. Previo consenso facoltativo, i dati potranno essere utilizzati per l’invio di newsletter e di altre eventuali comunicazioni/materiali/informazioni legate ed inerenti i servizi e le attività dell’associazione. I dati, sottoposti ad idonee misure di sicurezza, saranno trattati, manualmente ed elettronicamente, da incaricati dell’associazione e da responsabili preposti a servizi connessi a quanto sopra, ad esempio addetti all’amministrazione, alla gestione dei rapporti con i sostenitori e alla comunicazione.
I dati potranno essere eventualmente comunicati a terzi nei limiti strettamente pertinenti alle finalità indicate. In qualsiasi momento è possibile esercitare i diritti di cui all’art.7, ad esempio la rettifica o l’aggiornamento, scrivendo a privacy@sositalia.it o a SOS Villaggi dei Bambini, Via Durazzo, 5 – 20134 Milano
Per maggiori informazioni si rimanda all’informativa completa al seguente link: Informativa privacy completa