Adozione a distanza in India

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Perché adottare a distanza un bambino dell’India?

L’adozione a distanza è una scelta importante perché permette di aiutare bambini e adulti che vivono in paesi in cui le condizioni di vita sono molto difficili. Con il sostegno a distanza, le azioni di volontariato e il lavoro delle associazioni onlus e no profit attive in India, possiamo cambiare il presente e il futuro di bambini, uomini e donne di questa nazione dell’Asia.

Adozione a distanza in India

Foto di bambini dell’India dall’archivio di SOS Villaggi dei Bambini Onlus

La storia e la situazione attuale dell’India

È il secondo paese più popolato dopo la Cina ed è anche uno dei più estesi. Patria di Madre Teresa e Ghandi, terra di grande umanità, colori e spiritualità, l’India ha una storia lunga più di 9 mila anni. Per secoli è stata considerata una meta commerciale, molto ambita dall’Europa per la ricchezza di materie prime oltre che per la varietà ambientale. Inoltre, per via della sua posizione centrale è stata e continua a essere culla di culture e religioni profondamente diverse.

Nella Valle dell’Indo, il fiume omonimo, si svilupparono i primi insediamenti trasformatisi in seguito in numerosi regni indipendenti, i Mahajanapadas. L’unificazione territoriale e culturale avvenne secoli dopo con l’impero Maurya. Si susseguirono vari regni e dominazioni fino al XVI secolo, periodo in cui la penisola indiana divenne meta degli europei e delle loro rotte commerciali. Risale a quest’epoca la fondazione delle Compagnie della Indie Orientale finché nel 1857 l’India divenne una colonia inglese al termine della Prima guerra di indipendenza indiana.

La storia più recente dell’India è fatta di conflitti per il raggiungimento dell’indipendenza. Nel XX secolo Mahatma Gandhi guidò le masse in un movimento di protesta pacifista contro il dominio inglese. L’indipendenza fu raggiunta nel 1947 e nel 1950 divenne una repubblica.

In India vige un sistema sociale e culturale fortemente intriso di religiosità. La società è divisa in caste, i matrimoni sono combinati in funzione dell’appartenenza a tali caste così come i riti funebri, celebrati in luoghi pubblici, persino nello stesso fiume Gange in cui gli indiani sono soliti immergersi ignorando le più comuni norme igieniche. Nonostante ciò esistono forti differenze economiche in India, con zone più ricche e occidentali e altre, come Calcutta,  specchio della miseria in cui versa il paese.

Adottare un bambino dell'India

Foto di un bambino dell’India dall’archivio di SOS Villaggi dei Bambini Onlus

I bambini dell’India

Povertà e malnutrizione sono due tra le principali cause di mortalità infantile in India. Inoltre, il non rispetto delle più comuni norme igieniche e un sistema sanitario carente sono causa della diffusione epidemica di malattie ormai debellate nel mondo occidentale: diarrea e polmonite, malaria e AIDS a causa della manca di prevenzione. Anche l’India vive la piaga del lavoro minorile e spesso, proprio a causa del vigente sistema sociale diviso in caste, anche i bambini sono vittime di matrimoni combinati, in particolare le bambine e spesso con adulti.

Come aiutare i bambini dell’India?

In India molti bambini vivono per strada in condizioni igieniche pessime, privi di educazione e malnutriti, il tutto a causa di una forma mentis ormai radicata in tanta parte del paese. Un utile modo per aiutare i più piccoli è accoglierli in centri d’assistenza sicuri come i Villaggi e le Case SOS, nei quali possano essere salvati dai pericoli della strada e curati quando casa e cibo mancano, come in una famiglia. A tale scopo numerose associazioni onlus e nonprofit sono impegnate da tempo nel paese, portando avanti programmi di sviluppo sociale e adozioni a distanza, attraverso cui sostenere bambini e comunità, fornire cure, cibo, acqua e tutto ciò di cui hanno bisogno.

Adozione a distanza in India

Cosa puoi fare per i bambini e le comunità dell’India? Se vuoi fare una adozione a distanza ti consigliamo prima di tutto di informarti su come funziona il sostegno a distanza e leggere tutti i consigli per evitare le truffe e per attivare un’adozione sicura. Potrai così scegliere con tutta sicurezza l’associazione onlus / no-profit attiva in India che più si avvicina alle tue aspettative. Solo con consapevolezza e dedicando il tempo necessario per conoscere l’adozione a distanza, potrai aiutare concretamente un bambino e la sua comunità.

Alcune associazioni con cui adottare a distanza in India:

Adozione a distanza

Ultime Notizie e aggiornamenti sull’India:

Approfondimenti sulla situazione in India:

Mappa dell’India da Google Maps:

Da come possiamo leggere su Wikipedia, l’India è situata nella parte meridionale dell’Asia. La penisola è bagnata dall’Oceano Indiano e dal Mar Arabico. A Est si apre sul Golfo del Bengala. Confina con Pakistan, Cina, Nepal, Buthan, Bangladesh e Birmania.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Video sulla situazione in India da Youtube:

Molte associazioni onlus e noprofit che si occupano di adozioni a distanza in India hanno realizzato dei video per mostrare la situazione dei bambini del paese e le loro attività a sostegno della popolazione locale. Qui sotto potete vedere alcuni filmati relativi all’India presi da Youtube.

Temperature medie e meteo in India:

L’India si trova a nord dell’equatore e comprende una vasta gamma di condizioni meteorologiche e climatiche: clima desertico a ovest, alpino e glaciale a nord, tropicale umido e tropicale secco nelle regioni del sud-ovest e delle isole, subtropicale e arido. Da qui si innestano tutta una serie di microclimi regionali.



VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Adozione a distanza in India, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Articolo scritto da il .

4 Responses

  1. Elly ha detto:

    Egregio editore,
    si prega correggere la seguente da Dubai a Mumbai.

    Nonostante ciò esistono forti differenze tra l’India di DUBAI e l’India di Calcutta, la prima esageratamente ricca e occidentale, la seconda specchio della miseria in cui versa il paese.

    Distinti saluti

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  2. Stefania ha detto:

    Parlare di Mumbai come “esageratamente ricca e occidentale” è una vera e propria esagerazione. Appena tornata da un viaggio in India durante il quale ho visitato sia Mumbai che Calcutta, ho trovato decisamente più impressionante la prima. Una distesa di baracche, chilometri e chilometri di slum e degrado. Non penso siano quindi ricchezza e occidente le prime immagini che vengono in mente quando si parla di Mumbai.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    • Luca Taborelli ha detto:

      Grazie per la correzione Stefania! La persona che ha scritto in origine questo articolo si era confusa tra Mumbai e Dubai, puoi quindi capire da dove nasce quella esagerazione :)

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Informativa art. 13 D.lgs 196/2003

I dati personali sopra riportati direttamente dall’utente, saranno trattati nel rispetto del D.lgs 196/2003 da SOS Villaggi dei Bambini Onlus, titolare del trattamento, al fine di permettere la gestione dei commenti (ad esempio per consentire la pubblicazione di un commento oppure ricevere la notifica di pubblicazione di un post di risposta o correlato).
L'indirizzo mail indicato consente pertanto di inviare commenti ed essere ricontattati ma anche eventualmente di essere aggiornati su ulteriori news o iniziative pertinenti all’area di interesse. Previo consenso facoltativo, i dati potranno essere utilizzati per l’invio di newsletter e di altre eventuali comunicazioni/materiali/informazioni legate ed inerenti i servizi e le attività dell’associazione. I dati, sottoposti ad idonee misure di sicurezza, saranno trattati, manualmente ed elettronicamente, da incaricati dell’associazione e da responsabili preposti a servizi connessi a quanto sopra, ad esempio addetti all’amministrazione, alla gestione dei rapporti con i sostenitori e alla comunicazione.
I dati potranno essere eventualmente comunicati a terzi nei limiti strettamente pertinenti alle finalità indicate. In qualsiasi momento è possibile esercitare i diritti di cui all’art.7, ad esempio la rettifica o l’aggiornamento, scrivendo a privacy@sositalia.it o a SOS Villaggi dei Bambini, Via Durazzo, 5 – 20134 Milano
Per maggiori informazioni si rimanda all’informativa completa al seguente link: Informativa privacy completa