Adozione a distanza in Russia

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.0/5 (2 votes cast)

Perché adottare a distanza un bambino della Russia?

L’adozione a distanza è una scelta importante perché permette di aiutare bambini e adulti che vivono in paesi in cui le condizioni di vita sono molto difficili. Con il sostegno a distanza, le azioni di volontariato e il lavoro delle associazioni onlus e no profit attive in Russia, possiamo cambiare il presente e il futuro di bambini, uomini e donne di questa nazione dell’Europa dell’Est.

Adozione a distanza in Russia

Foto di bambini della Russia dall’archivio di SOS Villaggi dei Bambini Onlus

La storia e la situazione attuale della Russia

I primi secoli di storia dell’attuale Russia sono caratterizzati dall’alternarsi di ondate migratorie. Gli indoeuropei furono invasi da popolazioni nomadi dirette alla conquista dell’Europa Occidentale. Nel VII secolo gli Slavi si affermarono e per un certo periodo convissero con i Variaghi e Kiev divenne capitale. Questo secondo impero, originario della Scandinavia, resistette fino alle Crociate, epoca in cui le incursioni dei popoli della vicina Asia si intensificarono.

I Turchi lentamente si espansero verso la Russia finché l’invasione dei Mongoli, meglio noti poi come Tartari, diede inizio ad un dominio durato 3 secoli e che provocò rallentamenti nello sviluppo economico del paese. Intanto Kiev, distrutta, non fu più capitale mentre Mosca da piccolo centro commerciale era divenuta un Granducato, poi il principato più importante di Russia, unico capace di mantenere la propria identità cristiana e di resistere alle invasioni provenienti da Oriente. Nel 1500 il Granducato di Moscovia riuscì a riconquistare le regioni occupate dai Tartari, scacciandoli.

Nel 1547 fu incoronato il primo zar di Russia e nel 1613 salì al trono il primo zar della dinastia Romanov, importante perché rimodernò il sistema feudale vigente, poco produttivo per l’economia del paese. Questo periodo felice e prospero durò però solo fino alla Prima Guerra Mondiale. Nel 1917 con la rivoluzione di febbraio e la successiva rivoluzione d’ottobre il potere zarista fu sostituito dal partito bolscevico capitanato da Lenin.

Adozione a distanza in Russia

Foto di bambini della Russia dall’archivio di SOS Villaggi dei Bambini Onlus

La sua ascesa al potere segnò per la Russia l’inizio della fine. Lenin preparò il terreno al successore Stalin, noto per il regime dittatoriale instaurato nell’ormai URSS (Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche), per le Purghe e le stragi contro gli oppositori. Durante la Seconda Guerra Mondiale l’URSS si affermò contro la Germania conquistando il ruolo di superpotenza nella Guerra Fredda contro gli USA e dando inizio a un insano antagonismo causa di un’assurda corsa alle armi nucleari e alla conquista dello spazio.

Il collasso economico dell’URSS avvenne a partire dagli anni ’80 sotto il presidente Michail Gorbačëv. L’URSS divenne la Federazione Nazionale Russa, riportando all’indipendenza le nazioni russe. Nonostante un periodo di ripresa economica e sociale per cui il paese è entrato a far parte del BRICS, acronimo che sta ad indicare 5 nazioni accomunate da un recente crescita economica, negli ultimi anni il paese è tornato a vivere in una situazione di incertezza economica e sociale.

I bambini in Russia

Secondo un recente censimento la popolazione russa ha raggiunto i 150 mila abitanti. Si tratta di un paese molto popoloso, il secondo dopo la Cina in cui il problema principale legato all’infanzia è l’abbandono dei minori. La causa è la difficile condizione economica in cui la Russia vive da decenni e che impedisce alle famiglie di curare adeguatamente i propri bambini.

Per questo motivo molti dei bimbi accolti negli orfanotrofi sono “orfani sociali” perché hanno alle spalla una famiglia problematica che non può sostenerli nel loro percorso di crescita. Inoltre il sistema sanitario è male organizzato, motivo per cui sono ricomparse da qualche decennio malattie epidemiche quali difterite, colera e tubercolosi. I casi di AIDS sono in aumento anche tra i bambini nati da madri portatrici di HIV ed inoltre persistono le conseguenze del disastro di Cernobyl.

Adottare a distanza i bambini della Russia

Foto dall’archivio di SOS Villaggi dei Bambini Onlus

Come aiutare i bambini della Russia?

Gli orfanotrofi russi contano centinaia di bambini che spesso, a causa delle lunghe e difficili pratiche necessarie per l’adozione internazionale, non riescono a trovare una famiglia. Molti però vivono in stato di abbandono e sono vittime della criminalità organizzata. Un’alternativa agli orfanotrofi e alla strada sono i centri d’accoglienza sicuri come i Villaggi e le Case SOS, nei quali possano essere salvati dai pericoli di una guerriglia urbana tanto sanguinaria e accuditi come in una famiglia. Per questo motivo numerose associazioni onlus e nonprofit sono impegnate da tempo nel paese, portando avanti programmi di sviluppo sociale e adozioni a distanza attraverso cui sostenere bambini e comunità, fornire cure, cibo, acqua e tutto ciò di cui hanno bisogno.

Adozione a distanza in Russia

Cosa puoi fare per i bambini e le comunità della Russia? Se vuoi fare una adozione a distanza ti consigliamo prima di tutto di informarti su come funziona il sostegno a distanza e leggere tutti i consigli per evitare le truffe e per attivare un’adozione sicura. Potrai così scegliere con tutta sicurezza l’associazione onlus / no-profit attiva in Russia che più si avvicina alle tue aspettative. Solo con consapevolezza e dedicando il tempo necessario per conoscere l’adozione a distanza, potrai aiutare concretamente un bambino e la sua comunità.

Alcune associazioni con cui adottare a distanza in Russia:

Adozione a distanza

Notizie sulla Russia da Pravda:

Approfondimenti sulla situazione in Russia:

Mappa della Russia da Google Maps:

Come possiamo leggere da Wikipedia la Russia è il paese territorialmente più vasto del mondo e si estende tra l’Asia e l’Europa confinando con Norvegia, Finlandia, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Bielorussia, Ucraina, Georgia, Azerbaigian, Kazakistan, Cina, Corea del Nord e Mongolia. Il territorio così esteso è diviso in due aree, una asiatica e l’altra europea, dalla catena degli Urali. La capitale è Mosca.


View Larger Map

Video sui bambini della Russia da Youtube:

Molte associazioni onlus e noprofit che si occupano di adozioni a distanza in Russia hanno realizzato dei video per mostrare la situazione dei bambini del paese e le loro attività a sostegno della popolazione russa. Qui sotto potete vedere alcuni filmati relativi alla Russia.

Temperature medie e meteo in Russia:

A causa della vastità del territorio in Russia coesistono molte varietà climatiche, come è possibile leggere su Wikipedia, ma quella dominante è il clima di tipo continentale caratterizzato da temperature rigide durante la stagione fredda e fresche durante la stagione calda.



VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.0/5 (2 votes cast)
Adozione a distanza in Russia, 4.0 out of 5 based on 2 ratings

Articolo scritto da il .

1 Response

  1. alfredo gianfranco bollini ha detto:

    e molto semplice dire che tutto e interessante ,, adottare distanza mi piacerebbe per una bambina russa ,, la motivazioni sono molto semplici . ho 2 figli maschi di 10 -14 anni di madre russa …. sono stato spesso in russia ,,, adoro la russia .. capisco la situazione e tutto per me non e nuovo …… desidero un consiglio … grazie

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Informativa art. 13 D.lgs 196/2003

I dati personali sopra riportati direttamente dall’utente, saranno trattati nel rispetto del D.lgs 196/2003 da SOS Villaggi dei Bambini Onlus, titolare del trattamento, al fine di permettere la gestione dei commenti (ad esempio per consentire la pubblicazione di un commento oppure ricevere la notifica di pubblicazione di un post di risposta o correlato).
L'indirizzo mail indicato consente pertanto di inviare commenti ed essere ricontattati ma anche eventualmente di essere aggiornati su ulteriori news o iniziative pertinenti all’area di interesse. Previo consenso facoltativo, i dati potranno essere utilizzati per l’invio di newsletter e di altre eventuali comunicazioni/materiali/informazioni legate ed inerenti i servizi e le attività dell’associazione. I dati, sottoposti ad idonee misure di sicurezza, saranno trattati, manualmente ed elettronicamente, da incaricati dell’associazione e da responsabili preposti a servizi connessi a quanto sopra, ad esempio addetti all’amministrazione, alla gestione dei rapporti con i sostenitori e alla comunicazione.
I dati potranno essere eventualmente comunicati a terzi nei limiti strettamente pertinenti alle finalità indicate. In qualsiasi momento è possibile esercitare i diritti di cui all’art.7, ad esempio la rettifica o l’aggiornamento, scrivendo a privacy@sositalia.it o a SOS Villaggi dei Bambini, Via Durazzo, 5 – 20134 Milano
Per maggiori informazioni si rimanda all’informativa completa al seguente link: Informativa privacy completa