Adozione a distanza in Ucraina

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Perché adottare a distanza un bambino dell’Ucraina?

L’adozione a distanza è una scelta importante perché permette di aiutare bambini e adulti che vivono in paesi in cui le condizioni di vita sono molto difficili. Con il sostegno a distanza, le azioni di volontariato e il lavoro delle associazioni onlus e no profit attive in Ucraina, possiamo cambiare il presente e il futuro di bambini, uomini e donne di questa nazione dell’Europa dell’Est.

Adozione a distanza Ucraina

Foto di bambini dell’Ucraina dall’archivio di SOS Villaggi dei Bambini Onlus

La storia e la situazione attuale dell’Ucraina

L’Ucraina, “terra a margine” come dice il nome stesso, è una repubblica presidenziale situata nella zona orientale del’Europa al confine con Bielorussia, Russia, Polonia, Slovacchia, Ungheria, Romania e Moldavia. Territorialmente comprende anche la Repubblica autonoma di Crimea, una penisola situata nel Mar Nero.

L’Ucraina ha una storia antica più di due millenni. Fin oltre il Mar Nero si spinsero i Greci e i Turchi da sud colonizzandola e in seguito i Cosacchi da nord, invadendola. La posizione centrale, infatti, l’ha resa sempre una terra di passaggio ma anche oggetto di contese economiche, anche grazie alla posizione strategica di affaccio sul mare.

La storia più recente dell’Ucraina è fatta di episodi di violenza e di sottomissione. Per lungo tempo è stata dominata dai Russi e dal regime zarista finché dopo la prima guerra mondiale, con la caduta dello zar, sembravano essersi create le condizioni adatte per ottenere l’indipendenza. Non andò così perché intervenne la Russia Bolscevica, sottomettendola nuovamente e dando inizio a un periodo di guerra civile conclusosi con l’annessione dell’Ucraina all’URSS nel 1922.

Iniziò allora l’epoca della dittatura per l’Ucraina, sottomessa al potere di Stalin, alla sua dura politica di repressione e controllo che costò la vita a centinaia di persone deportate e uccise e che fu l’inizio del declino economico di un paese già monetariamente debole perché dedito esclusivamente a una forma di agricoltura quasi feudale. Tipici dell’ucraina sono infatti i kulak, i contadini “ricchi” simili ai feudatari, che assumevano altri contadini per la coltivazione dei campi.

Il dopo Stalin è segnato dalla Seconda Guerra Mondiale e dai crimini commessi durante questo periodo, che costarono la vita a gran parte della popolazione di origine ebraica. Finalmente nel 1990 l’Ucraina conquista la sua indipendenza diventando repubblica ma le vicende continuano a essere alterne e questo determina un clima di instabilità politica e dunque sociale ancora oggi.

Adottare un bambino dell'Ucraina

Foto di bambini dell’Ucraina da SOS Villaggi dei Bambini Onlus

I bambini dell’Ucraina

Due eventi nella difficile storia di questo paese non possono essere dimenticati per le ripercussioni avute sui bambini. Il primo è il disastro di Chernobyl. Nel 1986 nella città ucraina si verificò uno degli eventi più disastrosi di sempre, pari soltanto a quanto accaduto a Fukushima nel 2011: lo scoppio di una centrale nucleare.

La reazione pare fu innescata da un errore umano. Durante un test di routine non furono rispettate le più normali norme per la sicurezza. La conseguenza fu un disastro ambientale e umano. Milioni di bambini in tutta Europa e fin’anche in Nord America furono vittime della nube radiottiva provocata dall’esplosione.

Centinaia nelle nazioni tutt’intorno all’Ucraina furono immediatamente colpiti da leucemia e cancro, malattie che ancora oggi hanno un incidenza molto alta sulla mortalità infantile e non nei paesi colpiti dal disastro. Anche nella più lontana Italia e nel resto d’Europa le conseguenze ci furono: molti aborti spontanei furono provocati dalle radiazioni e la causa di tante nascite deformi fu imputata proprio alla contaminazione dell’aria.

Più recente è lo scandalo dei bambini fantasma di Kiev, un fenomeno che da sempre interessa la capitale ma che ha riscosso maggiore eco mediatica in occasione di Euro12, i campionati europei di calcio ospitati dall’Ucraina. In occasione dell’evento sportivo è stata portata avanti una dura quanto assurda politica di caccia ai bambini, oltre che agli animali randagi, per ripulire le strade della città. I turisti arrivati fin lì in occasione dell’evento calcistico, infatti, non dovevano vedere quel lato della città.

Bambini dell'Ucraina

Foto di bambini dell’Ucraina dall’archivio di SOS Villaggi dei Bambini Onlus

Come aiutare i bambini dell’Ucraina?

La vita di milioni di bambini è stata quindi gravemente compromessa dal disastro di Chernobyl del 1986 e nonostante siano trascorsi ormai decenni le conseguenze sulla salute dei più piccoli pare siano ancora determinate da quell’evento. Un utile modo per aiutare i bambini dell’Ucraina è quindi garantire loro la possibilità di essere curati adeguatamente e di essere accolti in centri d’assistenza sicuri come i Villaggi e le Case SOS, nei quali possano essere salvati dai pericoli della strada e curati quando casa e cibo mancano, come in una famiglia.

A tale scopo numerose associazioni onlus e nonprofit sono impegnate da tempo nel paese, portando avanti programmi di sviluppo sociale e adozioni a distanza, attraverso cui sostenere bambini e comunità, fornire cure, cibo, acqua e tutto ciò di cui hanno bisogno.

Adozione a distanza in Ucraina

Cosa puoi fare per i bambini e le comunità dell’Ucraina? Se vuoi fare una adozione a distanza ti consigliamo prima di tutto di informarti su come funziona il sostegno a distanza e leggere tutti i consigli per evitare le truffe e per attivare un’adozione sicura. Potrai così scegliere con tutta sicurezza l’associazione onlus / no-profit attiva in Ucraina che più si avvicina alle tue aspettative. Solo con consapevolezza e dedicando il tempo necessario per conoscere l’adozione a distanza, potrai aiutare concretamente un bambino e la sua comunità.

Alcune associazioni con cui adottare a distanza in Ucraina:

Adozione a distanza

Notizie e aggiornamenti sull’Ucraina da Google News:

  • No items found in feed URL: http://news.google.com/news/section?cf=all&ned=it. You requested 5 items.
  • powered by RSS Just Better 1.3 plugin

    Approfondimenti sulla situazione in Ucraina:

    Mappa dell’Ucraina da Google Maps:

    Da come possiamo leggere su Wikipedia, l’Ucraina è la seconda nazione più grande d’Europa dopo la Russia. Situata tra Bielorussia, Russia, Polonia, Slovacchia, Ungheria, Romania e Moldavia, si affaccia sul Mar Nero a sud. Il territorio è prevalentemente pianeggiante, ricco di fiumi di cui il più lungo è il Dnepr, oppure intervallato dalla steppa. La catena montuosa di maggior rilievo è rappresentata dalla parte finale dei Carpazi.


    Visualizzazione ingrandita della mappa

    Video sull’Ucraina da Youtube:

    Molte associazioni onlus e noprofit che si occupano di adozioni a distanza in Ucraina hanno realizzato dei video per mostrare la situazione dei bambini del paese e le loro attività a sostegno della popolazione locale. Qui sotto potete vedere alcuni filmati relativi all’Ucraina presi da Youtube.

    Temperature medie e meteo in Ucraina:

    Il clima tipico dell’Ucraina è di tipo continentale, caratterizzato cioè da inverni rigidi, si arriva anche a – 20°, ed estati fresche. Sulla costa però il clima è di tipo mediterraneo, inverni miti ed estati calde. La zona è caratterizzata dall’abbondanza di precipitazioni nelle zone interne e da abbondanti nevicate nel periodo invernale.


    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
    Adozione a distanza in Ucraina, 5.0 out of 5 based on 1 rating

    Articolo scritto da il .

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Privacy Informativa art. 13 D.lgs 196/2003

    I dati personali sopra riportati direttamente dall’utente, saranno trattati nel rispetto del D.lgs 196/2003 da SOS Villaggi dei Bambini Onlus, titolare del trattamento, al fine di permettere la gestione dei commenti (ad esempio per consentire la pubblicazione di un commento oppure ricevere la notifica di pubblicazione di un post di risposta o correlato).
    L'indirizzo mail indicato consente pertanto di inviare commenti ed essere ricontattati ma anche eventualmente di essere aggiornati su ulteriori news o iniziative pertinenti all’area di interesse. Previo consenso facoltativo, i dati potranno essere utilizzati per l’invio di newsletter e di altre eventuali comunicazioni/materiali/informazioni legate ed inerenti i servizi e le attività dell’associazione. I dati, sottoposti ad idonee misure di sicurezza, saranno trattati, manualmente ed elettronicamente, da incaricati dell’associazione e da responsabili preposti a servizi connessi a quanto sopra, ad esempio addetti all’amministrazione, alla gestione dei rapporti con i sostenitori e alla comunicazione.
    I dati potranno essere eventualmente comunicati a terzi nei limiti strettamente pertinenti alle finalità indicate. In qualsiasi momento è possibile esercitare i diritti di cui all’art.7, ad esempio la rettifica o l’aggiornamento, scrivendo a privacy@sositalia.it o a SOS Villaggi dei Bambini, Via Durazzo, 5 – 20134 Milano
    Per maggiori informazioni si rimanda all’informativa completa al seguente link: Informativa privacy completa